L'echinacea, originaria del Nord America, è diventata una pianta da piantare popolare più di 400 anni dopo essere stata scoperta dalle tribù indiane e usata come erba tradizionale. Questo fiore viola è uno dei preferiti di giardinieri e amanti delle farfalle. Simile a una margherita, con una testa gobba e petali rosa o viola che crescono su uno stelo solido lontano dalle foglie.
L'echinacea è un'erba usata per scopi medicinali. La medicina è composta dai fiori, dalle foglie e dalle radici dell'echinacea, che era venerata come pianta medicinale fino agli anni '1950 e all'introduzione degli antibiotici. Abbiamo anche appreso che la parte fuori terra della pianta è la più efficace. La maggior parte delle persone non si rende conto che le sostanze chimiche contenute nelle radici sono molto diverse da quelle nella parte superiore della pianta. Se analizziamo le radici dell'echinacea, possiamo scoprire che contengono alte concentrazioni di oli volatili, mentre le parti che crescono sopra il suolo tendono a contenere più polisaccaridi noti per potenziare la funzione immunitaria. In effetti, molti dei costituenti chimici dell'Echinacea sono potenti stimolatori immunitari in grado di fornire un significativo valore terapeutico. Alcuni che potresti conoscere sono oli essenziali, flavonoidi, inulina, polisaccaridi, echinacoside, chetoalcheni, alchilammidi, acido cicorico e vitamina C. Questi componenti principali sono benefici per la salute umana. Questo articolo discuterà questi componenti e come vengono utilizzati.

acido cicorico
L'acido cicorico (CA) viene estratto da una varietà di piante commestibili, tra cui l'Echinacea purpurea. L'acido cicorico è un conservante naturale che viene utilizzato estrazione di echinacea per migliorare l'efficacia dell'erba. Questo acido attiva la segnalazione del recettore toll-like 4 (TLR4), che porta al rilascio di citochine infiammatorie. Inoltre, questo acido inibisce la formazione di LPS, che è un tipo di tossina batterica che può influire negativamente sulla salute umana.

È noto per le sue molteplici funzioni biologiche, inclusi gli effetti antiossidanti e ipoglicemizzanti. In uno studio recente, i ricercatori hanno studiato gli effetti dell'AC sui percorsi di regolazione dell'energia e sui meccanismi molecolari sottostanti. Ciò è stato fatto in due diversi modelli animali, inclusi topi diabetici C57BL/6J e cellule HepG2.

alcamidi
Le alcamidi sono composti chimici che si trovano in diverse piante e si pensa che abbiano molteplici benefici in medicina, cibo e cosmetici. È importante sostanze fitochimiche bioattive in Echinacea. Questi fitochimici hanno proprietà antinfiammatorie e immunomodulatorie. Inibiscono la produzione di PGE2 e inibiscono l'attività dei macrofagi. Sebbene il meccanismo d'azione preciso rimanga poco chiaro, la presenza di alcamidi nell'estratto di Echinacea può contribuire alla sua attività antinfiammatoria.

La principale alchilamide trovata nell'echinacea è biodisponibile al 50% e viene rilevata nel sangue umano e animale sperimentale entro pochi minuti dal consumo. Questo composto si distribuisce rapidamente ai tessuti lipofili e subisce l'ossidazione e il metabolismo nel corpo. La biodisponibilità di echinacea CAD è scarsa, a causa della stabilità dei composti. Diversi studi hanno rivelato i loro effetti terapeutici in diverse malattie. Questi composti hanno dimostrato di avere effetti immunomodulatori, antivirali, antitrombotici, antinfiammatori e antiossidanti. Oltre a questi, le alchilammidi hanno mostrato potenziale come agenti antitumorali.

echinacoside
I ricercatori hanno identificato più costituenti dell'echinacea, incluso l'echinacoside. Queste sostanze chimiche hanno diversi benefici per la salute, incluso il potenziale per ridurre l'infiammazione e lo stress ossidativo. L'echinacoside è noto per aiutare a ridurre l'infiammazione, promuovere la morte cellulare e migliorare la funzione dei linfociti. È anche efficace nel potenziare la fagocitosi e nell'attivare la secrezione di IL-1 e TNF nei linfociti e nei macrofagi. Questa azione può contribuire alla sua capacità di rafforzare il sistema immunitario. La pianta ha una serie di benefici medicinali, ma non è chiaro se possa aiutare con lo stress. Gli studi hanno anche dimostrato che l'echinacea è utile nel trattamento di infezioni come raffreddore e influenza. L'echinacoside può aiutare a prevenire le infezioni del tratto respiratorio superiore e supporta il sistema respiratorio ed è benefico per il sistema nervoso. Inoltre, è un antistaminico naturale.

Polisaccaridi
L'estratto di Echinacea contiene polisaccaridi che hanno dimostrato di avere un effetto immunostimolante. Questi polisaccaridi sono idrosolubili e hanno strutture molecolari lipoidali. I polisaccaridi più attivi nei test immunologici sono l'acido cicorico, il 4-O-metilglucuronoarabinoxilano e il fucogalattossiloglucano neutro.
È stato dimostrato che i componenti attivi dell'echinacea stimolano la funzione immunitaria, riducono l'infiammazione e promuovono la secrezione di linfociti e altre cellule immunitarie. L'echinacea può aiutare a curare varie condizioni, comprese le infezioni del tratto urinario, il piede d'atleta, la sinusite e altre malattie infiammatorie. Gli studi hanno anche dimostrato che l'estratto di echinacea può inibire i tumori del colon, specialmente se usato in combinazione con acido cicorico. Inoltre, può inibire la recidiva dell'herpes labiale causato dal virus dell'herpes simplex.

Gli estratti di echinacea contengono anche vari composti bioattivi, tra cui acido caffeico, polisaccaridi e glicoproteine. Alcune specie della pianta contengono anche caffeina, che potrebbe essere utilizzata come indicatore affidabile dell'autenticità degli estratti vegetali. È interessante notare che in Germania, dove il governo regolamenta le erbe commestibili, l'echinacea fuori terra è effettivamente approvata come rimedio naturale per le infezioni del tratto urinario, le infezioni del tratto respiratorio superiore, il raffreddore e la lenta guarigione delle ferite. Quindi puoi capire perché i prodotti di echinacea sono usati per trattare malattie virali come il comune raffreddore e l'influenza, e l'estratto di echinacea in particolare è una raccomandazione preferita dai medici integrativi, omeopatici e naturopati.